Close

“Dieci euro per provare le scarpe”. È guerra contro gli acquisti online

l fatto, si sa, è già accaduto in Toscana e a Trento ma è la prima volta che la nuova mossa dei negozianti anti-Amazon prende piede in Emilia Romagna.

Secondo quanto riferito da Federconsumatori, si tratta di una “strategia” che il titolare dell’esercizio commerciale mette in atto per combattere la concorrenza del web. Sempre più spesso, infatti, i clienti “sfruttano” il negozio per provare le scarpe e poi acquistarle online, magari a un prezzo più basso. La richiesta di soldi, però, per essere corretta deve essere ben esposta all’interno del negozio. Proprio per questo, infatti, la signora nel Modenese – che ha riferito di essere stata messa al corrente del pagamento solo dopo la prova delle calzature – si è rifiutata di pagare i 10 euro.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO 

9 Settembre 2019